Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

Attenzione! Per visualizzare al meglio il sito e usufruire di tutte le funzionalità messe a disposizione
si consiglia di aggiornare la versione in uso di Internet Explorer alla versione 8 o superiore. Grazie!

La rete delle conoscenze nefrologiche


Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Best practice

La refertazione in ecografia nefrologica

data pubblicazione: 30 maggio 2011
redattori:  Michelangelo Eroli, Ospedale civile di Orvieto - Orvieto
Emidio Giovanni Nunzi, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ospedale S. Maria della Misericordia - Perugia
Francesco Logias, SAN FRANCESCO NUORO - Nuoro
collaboratori:  Olga Durante,
Prodotta da: SIN, GdS Imaging Integrato e di Interventistica Nefrologica

Abstract

Introduzione. Un capitolo piuttosto trascurato in tutti i corsi di ecografia è la modalità di esprimere il referto. Un’adeguata esposizione di quanto l’ecografista osserva rende l’esame fruibile da chiunque lo legga, anche se non esperto del linguaggio ecografico.  

A differenza di quanto avviene  con le  radiografie, che permettono una valutazione oggettiva e costituiscono tutto l’esame, le fotografie tratte dall’esame ecografico sono molto riduttive rispetto a quanto l’ecografista ha acquisito durante l’esecuzione.

Trattandosi quindi  di un esame dinamico, in cui solo colui che esegue tecnicamente l’ecografia può descrivere quanto ha osservato, la refertazione assume infatti  un'importanza fondamentale.

Questa esigenza è a maggior ragione sentita in nefrologia  dove è essenziale la minuziosità nella descrizione delle immagini per evidenziare anche le minime sfumature utili a caratterizzare e differenziare le varie nefropatie

Materiali e Metodi.  La descrizione si serve del linguaggio ecografico che si  esprime con termini  tecnici  propri della metodica.  E’  disponibile un'ampia letteratura in cui si illustra come studiare tecnicamente i vari  organi, ma non per esprimere  quanto osservato. Per provare ad  ovviare all’ampia difformità nella stesura dei referti che ne deriva si propone  uno schema di risposta ecografica e una modalità di descrizione tecnica dei vari quadri che si possono osservare. Questo può costituire una griglia dalla quale  si può arrivare, mediante l’apporto e gli arricchimenti di altri ecografisti esperti nel campo specifico, ad una auspicabile modalità condivisa di refertazione.

Risultati attesi. Uniformare il linguaggio tecnico è utile per rendere la descrizione  delle immagini più “oggettiva” possibile, garantendo la validità dell’esame nel tempo e la confrontabilità dello stesso anche  tra operatori diversi.

Il referto deve  fornire la dettagliata descrizione delle immagini relative all’apparato che si sta valutando, eventuali significativi elementi patologici relativi ad altri organi che vengano contemporaneamente osservati, ma anche e soprattutto una conclusione  diagnostica  che renda il referto comprensibile anche da Medici non esperti in ecografia e quindi utile al paziente a cui si offrirà l’ampia validità diagnostica che un esperto ecografista può fornire.

Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Parole chiave: ecografia, referto
Non ci sono commenti
Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

La piattaforma web su cui condividere in maniera semplice, efficace ed interattiva le conoscenze nefrologiche attraverso la pubblicazione online di documenti multimediali.

INFORMATIVA

NephroMEET accoglie come documenti con marchio SIN quelli approvati da: Comitati e Commissioni ufficiali SIN, Gruppi di Studio SIN, Sezioni Regionali/Interregionali SIN.

Il Consiglio Direttivo SIN si riserva inoltre la facoltà di certificare con marchio SIN altri documenti qualora lo ritenga opportuno.

Gli Autori si assumono in ogni caso la responsabilità dei contenuti pubblicati.

I contenuti pubblicati sono riservati ad un pubblico esperto nel settore medico-scientifico.

Seguici su Twitter

Developer e partner tecnologico:
TESISQUARE®

Assistenza telefonica allo 0172 476301
o via mail

Cookie Policy