Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

Attenzione! Per visualizzare al meglio il sito e usufruire di tutte le funzionalità messe a disposizione
si consiglia di aggiornare la versione in uso di Internet Explorer alla versione 8 o superiore. Grazie!

La rete delle conoscenze nefrologiche


Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Best practice

La cura dell’IRC

data pubblicazione: 22 agosto 2011
redattori:  Giuseppe Quintaliani, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ospedale S. Maria della Misericordia - Perugia
Roberto Minutolo, P.O. S Maria del Popolo Incurabili-Seconda Università di Napoli - Napoli
Vincenzo Bellizzi, AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA SAN GIOVANNI DI DIO E RUGGI D'ARAGONA SALERNO - Salerno
Adamasco Cupisti, Azienda ospedaliero -universitaria pisana, Cisanello ( Pisa) - Pisa
Renzo Tarchini, Ospedale Carlo Poma ASST Mantova - Mantova
Lamberto Oldrizzi, Ospedale Fracastoro - ASL 20 di Verona - San Bonifacio
Luca De Nicola, P.O. S Maria del Popolo Incurabili-Seconda Università di Napoli - Napoli
Luigi Francesco Pio Morrone,
Rachele Brugnano, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ospedale S. Maria della Misericordia - Perugia
Gianni Cappelli, Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena - Modena
Luigi Catizone, Azienda Ospedaliero Universitaria Sant'Anna - Cona
Riccardo Maria Fagugli, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ospedale S. Maria della Misericordia - Perugia
collaboratori:  Domenico Russo, Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"-Università di Napoli "Federico II" - Napoli
Lucia Di Micco, AORN S.G.Moscati -AV - Avellino
Serena Torraca, CAM 003 - - Solofra
Francesco Sorrentino, Ospedale Infermi Rimini - Rimini
Maria Luisa Sirico, AORN S.G.Moscati -AV - Avellino
Andrea Pota,
Simona Laurino, AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA SAN GIOVANNI DI DIO E RUGGI D'ARAGONA SALERNO - Salerno
Prodotta da: SIN, GdS: Trattamento Conservativo della Malattia Renale Cronica - MRC

Abstract

La Malattia Renale Cronica (MRC) è da molti indicata come la Pandemia della modernità e quindi una reale emergenza sanitaria e non solo per le sue dimensioni epidemiche ma anche per l'evidenza che la mortalità, prevalentemente da cause cardiovascolari, aumenta in maniera esponenziale in soggetti  con CKD non in dialisi.

Questa procedura è stata scelta perchè probabilmente nel prossimo futuro le specialità mediche scompariranno, e  i nefrologi dovranno essere pronti a presentarsi come i case-manager del paziente con MRC, con l'ambizione di meglio poter rappresentare gli interessi di salute dei malati con problemi renali.

Una PROCEDURA deve contenere, descrivere ed indicare:

  1. la responsabilità, ovvero le funzioni responsabili dell’applicazione di quanto indicato nella procedura descritta;
  2. i documenti di riferimento, come leggi, disciplinari, pubblicazioni e quanto altro riporti informazioni che regolano o descrivono l’attività in oggetto (nel nostro caso le Linee Guida o le pubblicazioni di riferimento).

Per fare ciò abbiamo:

  • definito l'IRC e la nuova stadiazione della MRC,
  • indicato i percorsi diagnostici e i rischi di progressione,
  • sottolineato i percorsi terapeutici necessari.
  • cercato anche di allargare il nostro orizzonte per l'assistenza ai soggetti con MRC individuando i meccanismi di interazioni tra  nefrologi e specialisti non-nefrologi (con la necessità di multidisciplinarietà), della continuità delle cure e dei rapporti con i MMG, di autogestione, il rischio clinico nei soggetti con MRC.

Infine uno sforzo è stato fatto per individuare gli Indicatori di processo della MRC.

 

Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Parole chiave: MRC
Non ci sono commenti
Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

La piattaforma web su cui condividere in maniera semplice, efficace ed interattiva le conoscenze nefrologiche attraverso la pubblicazione online di documenti multimediali.

INFORMATIVA

NephroMEET accoglie come documenti con marchio SIN quelli approvati da: Comitati e Commissioni ufficiali SIN, Gruppi di Studio SIN, Sezioni Regionali/Interregionali SIN.

Il Consiglio Direttivo SIN si riserva inoltre la facoltà di certificare con marchio SIN altri documenti qualora lo ritenga opportuno.

Gli Autori si assumono in ogni caso la responsabilità dei contenuti pubblicati.

I contenuti pubblicati sono riservati ad un pubblico esperto nel settore medico-scientifico.

Seguici su Twitter

Developer e partner tecnologico:
TESISQUARE®

Assistenza telefonica allo 0172 476301
o via mail

Cookie Policy