Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

Attenzione! Per visualizzare al meglio il sito e usufruire di tutte le funzionalità messe a disposizione
si consiglia di aggiornare la versione in uso di Internet Explorer alla versione 8 o superiore. Grazie!

La rete delle conoscenze nefrologiche


Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Best practice

Terapia nutrizionale nell'IRC in fase conservativa: suggerimenti di pratica clinica e di applicazione delle Linee Guida

data pubblicazione: 07 settembre 2012
redattori:  Giuseppe Quintaliani, Azienda Ospedaliera di Perugia, Ospedale S. Maria della Misericordia - Perugia
collaboratori:  Biagio Raffaele Di Iorio, CAM 003 - - Solofra
Vincenzo Bellizzi, AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA SAN GIOVANNI DI DIO E RUGGI D'ARAGONA SALERNO - Salerno
Adamasco Cupisti, Azienda ospedaliero -universitaria pisana, Cisanello ( Pisa) - Pisa
Lamberto Oldrizzi, Ospedale Fracastoro - ASL 20 di Verona - San Bonifacio
Domenico Santoro, Policlinico Universitario di Messina - Messina
Prodotta da: SIN, Comitato Governo Clinico, Commissione LG e Percorsi Assistenziali

Abstract

Le precedenti Linee Guida per la terapia conservativa dell’insufficienza renale cronica (IRC) pubblicate dalla SIN concludevano che un adeguato introito dietetico di proteine e, conseguentemente, di fosfati, ha un ruolo importante nella terapia dell’IRC.

Le recenti linee guida dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), tradotte da quelle del National Institute of Clinical Excellence (NICE), affermano che è possibile un rallentamento della progressione dell’IRC con una dieta a basso contenuto proteico ma che la compliance rappresenta un importante problema. Le reiterate metanalisi del gruppo renale Cochrane coordinate da Fouque dimostrano una riduzione relativa del rischio di morte renale pari al 31% ascrivibile alla dieta ipoproteica. Queste sono le evidenze attualmente disponibili ma lo scopo del presente lavoro è quello di colmare alcune zone grigie e fornire suggerimenti per la pratica clinica quotidiana.

In particolare ci si è soffermati sul ruolo fondamentale che il trattamento dietoterapeutico assume non solo nel controllare l’introito di proteine ma anche, e forse soprattutto, di fosforo, radicali acidi e calorie. L’energia rappresenta uno dei problemi piu’ difficili da affrontare in quanto spesso ci troviamo di fronte a pazienti anziani e defedati dove il problema è non solo la bassa introduzione proteica, spesso spontanea, ma anche la bassa introduzione di calorie.

I presenti suggerimenti valgono come aiuto e sostegno all’uso razionale di un trattamento che gli autori chiamano terapia dietetico nutrizionale e non solo  e non piu’ dieta ipoproteica.

Coordinatore:Giuliano Brunori

Redattori: Vincenzo Bellizzi, Adamasco Cupisti, Biagio Raffaele Di Iorio, Lamberto Oldrizzi, Giuseppe Quintaliani, Domenico Santoro.

Revisori: Giorgio Bedogni.

Coordinamento Generale e Revisitazione Critica: P. Ravani, B. Cianciaruso, L. Cagnoli, G. Strippoli, C. Zoccali.

Per visualizzare l'intero documento devi essere registrato e aver eseguito la con utente e password.

Parole chiave: malattia renale cronica, terapia nutrizionale
Sito realizzato
con il contributo
incondizionato di:

La piattaforma web su cui condividere in maniera semplice, efficace ed interattiva le conoscenze nefrologiche attraverso la pubblicazione online di documenti multimediali.

INFORMATIVA

NephroMEET accoglie come documenti con marchio SIN quelli approvati da: Comitati e Commissioni ufficiali SIN, Gruppi di Studio SIN, Sezioni Regionali/Interregionali SIN.

Il Consiglio Direttivo SIN si riserva inoltre la facoltà di certificare con marchio SIN altri documenti qualora lo ritenga opportuno.

Gli Autori si assumono in ogni caso la responsabilità dei contenuti pubblicati.

I contenuti pubblicati sono riservati ad un pubblico esperto nel settore medico-scientifico.

Seguici su Twitter

Developer e partner tecnologico:
TESISQUARE®

Assistenza telefonica allo 0172 476301
o via mail

Cookie Policy